Stephanie Pearl – Once They Called Me Spineless

Tutti i vostri strumenti hanno nomi bizzarri e difficili, ma io vedo chiaro e so che in fondo sono solamente metri e gessetti con cui misurate e segnate – segnate e misurate senza stancarvi. Sfilate spilli di tra le labbra, come un sarto: me li appuntate sull’anima e dite: “Qui faremo un bell’orlo. Dopo starai tanto meglio.” Io non voglio che mi tagliate un pezzo d’anima ! Se ne ho troppa per entrare nel vostro mondo, ebbene, non voglio entrarci. Sono una poetessa: una farfalla, un essere delicato, con le ali. Se le strappate, mi torcerò sulla terra, ma non per questo potrò diventare una lieta e disciplinata formica.